Impianto Recupero

Il nostro impianto

è ubicato nella Z.I. Borgo Macchia di Ferrandina (MT), si estende su un lotto di 15000 m2.

La realizzazione dell’impianto nasce con duplice scopo:

– gestire direttamente i rifiuti prodotti dalle attività di costruzione e demolizione della stessa società Falbit s.r.l.

– consentire il recupero dei rifiuti inerti (materiali da demolizione) che costituiscono in Europa e in Italia un terzo di tutti i rifiuti prodotti, evitando così la realizzazione di discariche o peggio il fenomeno dell’abbandono nel territorio con notevoli costi per la bonifica ambientale;

Inoltre, gli aggregati di recupero hanno costi più bassi di quelli naturali e con uguali prestazioni.

nuovo stabilimento falbit
falbit rifiuti(1)
impianto basilicata rifiuti
materiale di scarto

Il lotto in cui è ubicato l’impianto è recintato e pavimentato, all’interno del quale vi sono anche:

  • 1 Capannone in c.a.p. di superficie pari a circa 1000 m2;
  • 1 Capannone in acciaio di superficie pari a circa 650 m2;
  • Box spogliatoio, dotato di servizi igienici, a servizio del personale;
  • Area di Stoccaggio rifiuti;
  • Area di Stoccaggio MPS;
  • Area verde;
  • Area destinata ai parcheggi;

L’impianto è autorizzato per un flusso di 90.000 ton/anno, che sono sottoposti ad operazioni di messa in riserva R13 e di recupero (R5,R12) [leggi la tabella dei rifiuti recuperabili], ed è costituito tre unità impiantistiche:

  • Unità di frantumazione;
  • Unità Tornado;
  • Unità di vagliatura.

ciclo produttivo del rifiuto

pietrisco lavorato

A seguito della procedura di accettazione e delle operazioni di pesatura, mediante dispositivo fisso presente all’ingresso dell’impianto, i rifiuti vengono inviati nei settori dedicati all’interno dell’impianto, in base al codice EER, successivamente caricati nella tramoggia di carico.

Il materiale viene triturato tramite il mulino a martelli e in uscita deferizzato, i metalli vengono raccolti per gravità e indirizzati in una cesta a tenuta. 

Sempre mediante nastro trasportatore il materiale è inviato al Tornado che mediante un tamburo dotato di rullo e soffiatore sarà in grado di eliminare dagli aggregati le impurità costituite dalle frazioni leggere (legno, carta, plastica).

 La frazione leggera è raccolta in un cassone posto sotto il nastro trasportatore. Il sistema è dotato di nebulizzatori integrati che permettono l’abbattimento delle emissioni polverulente.

Prima dell’invio al vaglio ci sono due flussi scaricati in apposite aree delimitate destinati al misto   frantumato e fuori vaglio di pezzatura superiore a 15 mm.

Da ultimo il materiale è vagliato consentendo la separazione del materiale in tre flussi finali costituiti da sabbia 0 – 6 mm, graniglia   4 – 10 mm e pietrisco 8 – 20 mm. [leggi la tabella degli MPS].

Group-73.png
0 M

Metri

Destinati allo stoccaggio

0 t

tonnellate

Lavorate

0 +

tipi di materiali

Lavorati

modulistica e download

scarica la nostra documentazione e la modulistica per l’accetazione nel nostro impianto

Procedura accettazione

procedura completa per l'accetazione nel nostro impianto

scheda omologa

Scheda da compilare per accettazione

Elenco rifiuti

Elenco rifiuti conferibili nel nostro impianto

elenco prodotti e caratteristiche

elenco dei prodotti recuperati (mps) e certificati, secondo la normativa, da ente accreditato: istituto giordano

attestato identificativo dei prodotti

Certificato di conformità del controllo della produzione in fabbrica

autorizzazioni

Autorizzazione alla realizzazione ed all'esercizio.

Autorizzazione D.D.n.23BG.2022/D.00578 Impianto di trattamento e recupero di rifiuti inerti da costruzione e demolizione

Iscrizione Albo Gestori Ambientali

catogoria, classee elenco veicoli inerenti l'iscrizione

tabella rifiuti

codici CER in ingresso

Capitale Sociale € 420.000,00 int. vers. Cod.fisc. e P. IVA 00455380774C.C.I.A.A. Matera n. 00455380774 REA 4484

Copyright © 2022 falbit.it

Powered by falbit.it

Privacy Policy  – Cookie Policy